Seleziona una pagina
La semplificazione: un obbligo sociale
Lo Stato e le istituzioni pubbliche a servizio dei cittadini

Negli ultimi anni si è parlato molto di semplificazione, ma spesso questo processo ha portato solo alla redazione dei testi unisci quale somma delle tante norme diverse afferenti alla stessa tematica. La semplificazione deve invece diventare un processo metodico e scientifico prioritario di tutte le Amministrazioni.

Oltre alla semplificazione normativa esaminata nell’articolo “Norme semplici e applicabili”, Legalità Popolare propone un’analisi puntuale da effettuarsi su tutte le procedure amministrative.

Questo processo deve riguardare tutti i dipendenti pubblici nell’obiettivo comune di recuperare anche un po’ di reciproca fiducia e rispetto tra Stato e cittadini.

Ogni giorno migliaia di dipendenti, lavorano negli uffici pubblici con la massima serietà e disponibilità, ma alcune situazione ormai troppo generalizzate ledono l’immagine collettiva.

Alcune ispezioni o controlli effettuate sulle attività private prevedono troppo spesso delle azioni coercitive troppo invadenti e senza poter valutare la serietà o meno del titolare.

Non è possibile definire un equilibrio tra la gravità del reato e la sanzione inflitta e così capita spesso che illeciti quasi trascurabili vengono puniti con provvedimenti molto pesanti e viceversa.

Questo è riscontrabile in sequestri inflitti a ditte o parte di esse per semplici carenze amministrative. Nell’attesa del giudizio la ditta rimane chiusa per anni e il risultato finale è la chiusura definitiva dell’azienda.

Cosa abbiamo guadagnato? La chiusura di un’attività è una sconfitta del privato e dello Stato che ha perso una risorsa per la società. Ovviamente in questo caso non si sta parlando di reati gravi o di criminali, ma di persone serie, magari non precise ma oneste che avendo avuto il coraggio di aprire un’attività sono state costrette a fare i conti con un sistema complesso come quello Italiano.

Semplificazione

Le proposte di Legalità Popolare

  • Controlli ed ispezioni gratuiti

Lo stato ha il diritto e il dovere di controllare la regolarità di tutte le aziende, ma i costi di queste funzioni non possono ricadere sulle attività stesse. Legalità Popolare propone quindi che le ispezioni e i controlli effettuati a qualsiasi titolo su tutte le attività pubbliche e private siano completamente gratuiti.

 

  • Controlli unificati e di competenza

Legalità Popolare propone il potenziamento delle commissioni miste di controllo. Ci sono infatti alcune aziende che sono costantemente e ripetutamente ispezionate da più enti e in tempi diversi. Inoltre gli organi di controllo a competenza illimitata possono sanzionare anche reati che non sono di propria pertinenza. Le commissioni miste possono invece limitare la sovrapposizione dei controlli e ogni Ente deve agire per un proprio specifico mandato.

 

  • Database sui precedenti

È necessario creare un database dei reati commessi dalle ditta e accessibile a tutti gli enti di controllo, al fine di verificare la serietà o meno dei titolari e quindi dove possibile, adottare metodi meno invasivi sui procedimenti sanzionatori.

 

  • Semplificazione capillare

Il processo di semplificazione deve diventare capillare in quanto è necessario agire in ogni contesto normativo. Ogni particolare può diventare un importante contributo per la società.

Per riportare un esempio, la normativa di prevenzione incendi prevede per molte attività la realizzazione di un impianto idranti. L’acquedotto cittadino normalmente non garantisce la pressione e portata richieste e quindi i titolari delle aziende sono obbligati a realizzare una vasca di accumulo dell’acqua e un sistema di pressurizzazione autonomo. I costi per realizzare un impianto idranti nel pieno rispetto della normativa sono normalmente molto elevati tanto da indurre qualcuno alla rassegnazione e il Governo ad intervenire con decreti di proroga.

Semplificazione significa indagare sugli investimenti necessari affinché un lavoro unico di adeguamento realizzato dell’acquedotto possa invece far garantire i requisiti richiesti. Queste soluzione favorirebbe anche l’installazione di idranti sottosuolo lungo le vie cittadine che rappresenterebbe sicuramente un utile supporto ai soccorritori. A tal proposito si consideri una zona industriale pieno di aziende o un tratto di un lungomare pieno di alberghi. In alcune situazioni il risparmio che si potrebbe ottenere nel realizzare un impianto di pressurizzazione unico piuttosto che tanti impianti idranti autonomi, è talmente evidente che il servizio idrico cittadino dovrebbe essere obbligato a realizzare l’opera.

In tal senso si potrebbero fare centinaia di esempi pratici ma per varie ragioni non è possibile descriverli in questa la sede. L’importate è trasmettere il messaggio che se lo Stato volesse, ci sarebbero tanti modi per andare incontro alle necessità dei cittadini e delle aziende, che probabilmente sarebbero anche più predisposti a rispettare la normativa.