Seleziona una pagina
Aprire e mantenere una partita IVA
Una procedura immediata a costo zero
Facilitare l’avvio di un’attività è il più importante presupposto per incentivare il lavoro. Non servono grandi soluzioni economicamente molto dispendiose e difficili da mantenere nel tempo, servono atti che facilitino realmente la gestione burocratica di una ditta.

L’Italia si è sviluppata anche grazie alle piccole e medie imprese e ai piccoli artigiani che riuscivano ad assumere uno o più dipendenti senza grossi oneri.

Oggi aprire una Partita IVA, anche la più semplice, non è propriamente facile e il rischio è quello di iniziare a pagare senza guadagnare.

Le spese per il commercialista, per i contributi, per l’affitto e per i lavori di adeguamento si iniziano a pagare sin da subito. Se a questo aggiungiamo che la non conoscenza delle leggi spesso fin troppo complesse e variabili nel tempo e tutti gli adempimenti da ottemperare, questi presupposti scoraggerebbero anche i più audaci.

Aprire e mantenere una partita IVA

le proposte di Legalità Popolare

  • Implementare una procedura semplice e disponibile online per l’apertura di una nuova ditta
  • Assegnazione immediata di tutti i dati necessari

L’assegnazione della Partita IVA, così come la PEC e tutte le credenziali, deve essere immediata così da consentire all’utente di poter iniziare istantaneamente la sua attività.

  • Nuovo Libro Contabile online con tutti i costi ricavi e tasse inserite automaticamente

Se tutte le registrazioni contabili fossero online da un unico sito istituzionale, ogni ditta potrebbe vedere il suo Libro Contabile costantemente aggiornato in tempo reale con tutti i pagamenti (contributi e tasse) da effettuare con le relative date.

Il sistema aggiorna automaticamente tutti i dati del bilancio in funzione delle entrate e uscite. Cosi ogni operazione eseguita andrà a modificare le varie voci (contributi, IVA, IRPEF ecc) e istante per istante gli utenti sapranno il loro utile di fine anno.

Il sistema deve calcolare automaticamente anche le percentuali di detrazione dei beni acquistati, l’ammortamento ecc. e se una fattura non viene pagata dal cliente l’utente deve poter intervenire immediatamente per correggere la mancata entrata.

 

  • Contributi

Per le piccolissime attività e artigiani non è facile pagare subito i contributi anche per l’incertezza degli incassi da parte dei clienti. Finché non vengono registrate entrate, i contributi non dovrebbero superare una quota minima mensile, dopo di che dovrebbero aumentare in funzione dell’utile di fine anno con percentuali analoghe a quelle delle tasse con il limite obbligatorio fino alla percentuale Nazionale.

 

  • Scaglioni di tasse (IRPEF) in funzione dell’utile di fine anno

Questi sono gli scaglioni previsti per il 2018. Non è possibile prevedere un’immediata riduzione delle percentuali indicate, ma è uno degli obiettivi di Legalità Popolare applicando tagli al numero di Comuni e Provincie e riducendo le spese delle Regioni e dello Stato.

Un buon risultato sarebbe di scendere almeno di due o tre punti percentuali

Un ottimo risultato sarebbe quello di scendere almeno di quattro o cinque punti percentuali per ogni scaglione

Visti comunque le agevolazioni per i giovani, per le donne, per le nuove ditte ecc., previsti dai regimi forfettari si potrebbe già da subito allargare queste agevolazione a tutti senza guardare il settore, o altri aspetti che non fanno altro che discriminare un’attività rispetto un’altra.

Per redditi complessivi inferiori a 28.000€ gli scagioni IRPEF potrebbero essere indicativamente i seguenti uguali per tutti.

  • Pagamenti immediati e automatizzati

Il sistema indica sul Libro Contabile i pagamenti da eseguire relativamente ai contributi previdenziali, all’IRPEF ecc.. Nelle date riportate il sistema preleva automaticamente la somma evidenziata dal conto corrente indicato all’apertura della ditta. Se non trova la somma necessaria, il sistema ripassa dopo 30 giorni e ancora dopo altri 30 giorni. Se il sistema non trova i soldi necessari per il pagamento con gli interessi dopo 60 giorni, il sistema sospende automaticamente la Partita IVA e la possibilità di emettere fatture. In tal caso l’utente dovrà quindi recarsi all’agenzia delle Entrate e versare quanto dovuto con l’aggiunta di una penale forfettaria che deve comunque consentire alla ditta di rimettersi in regola. Il sistema deve sospendere la ditta anche nel caso che il mancato pagamento avvenga per più volte nell’arco di tre anni.

 

  • Procedura per effettuare facilmente tutte le registrazioni contabili e fiscali autonomamente e dal proprio ufficio

Tutte le fatture emesse devono essere redatte nello stesso sito internet così che il sistema può provvedere automaticamente ad aggiornare la contabilità dell’altra ditta che riceve la fattura. Ovviamente in questo caso la registrazione presso l’altra ditta deve avvenire con il consenso del titolare. La gestione di nuovi clienti, i corrispettivi ed altre necessità devono ugualmente poter essere gestite online dal sistema.

  • Assunzione dipendenti

Anche l’assunzione di un dipendente dovrebbe seguire la stessa logica. In funzione di quanto pattuito per il netto, il sistema andrà a calcolare lo stipendio lordo, i contributi e tutto quello necessario. Il sistema andrà automaticamente ad aggiornare il Libro Contabile. Nell’articolo “Il Lavoro”, vengono indicate le modalità di assunzione per i giovanissimi.

  • Massima trasparenza ed informazione

Cliccando su ogni casella del Libro Contabile, il sistema aprirà un foglio informativo che fornirà le maggiori informazioni sulle norme applicate e i calcoli eseguiti automaticamente dal sistema.

 

  • Semplificazione normativa

Negli Articoli “Norme Semplici e Applicabili” e “La semplificazione: un Obbligo Sociale”, si indicano le proposte indicate da Legalità Popolare per una riduzione del peso normativo.